Ricerca parole chiave: cosa fare per posizionarsi veramente su Google

Scribox Content Agency » Guide & Consigli » Ricerca parole chiave: cosa fare per posizionarsi veramente su Google
ricerca parole chiave

Dalla progettazione allo sviluppo del tuo blog o sito web, dalla creazione di contenuti fino alla definizione della strategia di marketing, ricorda di dedicare del tempo anche alla ricerca delle giuste parole chiave, che ti guideranno durante la produzione di pagine e articoli.

Per trovare una parola chiave seo dovrai considerare alcuni step e utilizzare alcuni keyword tool, che offrono delle opzioni davvero interessanti.

Grazie a questi strumenti, sarai in grado di:

  • – Scegliere le parole chiave più cercate in base al tuo settore;
  • – Creare un calendario di contenuti utili e di qualità;
  • – Avere ulteriori informazioni sulla concorrenza;
  • – Scoprire quali parole chiave hanno il volume di ricerca più elevato;
  • Migliorare il tuo ranking sui motori di ricerca.

Ma come si cerca una parola chiave performante?

Ecco alcuni utili consigli:

  1. Fatti delle domande

Innanzitutto devi determinare il tuo target di riferimento e quali sono i tuoi obiettivi. Dopo aver analizzato nel dettaglio il mercato, dovrai scegliere le parole chiave con cui desideri classificarti su Google.

Delle ottime parole chiave di partenza possono essere ad esempio i tuoi prodotti, servizi o altri argomenti trattati nel tuo sito web.

  1. Parola d’ordine: qualità

“Scrivi per l’utente, non per i motori di ricerca” è il mantra del content marketing. In realtà, i creatori di contenuti intelligenti scrivono per entrambi.

Il contenuto di qualità è interessante, informativo, originale e include chiavi di ricerca che portano a maggiori visite. Attraverso questi contenuti si creano naturalmente dei collegamenti, che migliorano l’autorità del sito e lo posizionano nei primi risultati dei motori di ricerca.

  1. Usa parole chiave a coda lunga

Le parole chiave a coda lunga sono delle frasi composte da 3 a 5 parole. Sono efficaci perché chi cerca frasi chiave più lunghe è generalmente più vicino alla fase di conversione. Quindi, anche se il volume di ricerca complessivo è inferiore, le frasi a coda lunga attirano comunque traffico mirato sul tuo sito web.

Potrai inserire le parole chiave individuate in un keyword tool per scoprire il volume di ricerca mensile medio, sinonimi e parole chiave correlate.

Questa tipologia di strumenti ti aiuterà a trovare altre parole chiave, cercare un sinonimo, scovare domande comuni e aggiornare con ulteriori argomenti il tuo blog o sito web.

I migliori strumenti per trovare chiavi di ricerca valide: caratteristiche e vantaggi

Google keyword planner

Si tratta di un tool gratuito che Google mette a disposizione degli inserzionisti di AdWords per scegliere le parole chiave da inserire negli annunci. Questo è l’unico tool in cui potrai trovare numeri e stime ufficiali provenienti dal motore di ricerca. È inoltre possibile distinguere le keyword commerciali (o transazionali) da quelle informative.

Questo strumento è fondamentale per individuare e valutare le keyword che convertono maggiormente. Il lavoro di analisi, unito alle statistiche di Google e al costo per click, ti aiuterà a comprendere gli interessi del tuo target. Scoprirai anche idee e termini correlati alla keyword principale per ampliare il campo semantico.

Google Trends

Google Trends è un altro strumento gratuito che fornisce dati relativi a tendenze espresse dal pubblico sui motori di ricerca. Grazie a questo tool puoi sapere cosa cercano le persone su Google in un determinato momento.

I dati sono organizzati sia temporalmente che in chiave geografica, c’è anche una timeline da regolare a tuo piacimento per vedere l’andamento di una particolare query e registrare la tendenza di una ricerca.

Infine, il tool Google Suggest suggerisce una serie di query (massimo dieci) che hanno attinenza con la query digitata dall’utente.

Seozoom

Una suite tutta italiana che ti permette di monitorare giornalmente l’andamento dei siti web, le modifiche apportate, la qualità e la tipologia di traffico convogliato e ricevuto, le principali e potenziali keywords e di tenere sempre un occhio vigile sui competitor.

Con questo strumento capirai quando, come e dove i concorrenti sono intervenuti per migliorare il posizionamento del loro sito web.

Ubersuggest

Ubersuggest è un tool usato per l’ottimizzazione seo del copywriting che permette di estrapolare un gran numero sulle informazioni legate alle parole chiave che esprimono un determinato intento di ricerca, in particolare le chiavi di ricerca a coda lunga composte da 3 o più termini.

Lavorare sulle parole chiave più opportune per il tuo business significa maturare delle opportunità concrete in grado di condurti alla conversione degli utenti in clienti fidelizzati.

Per ottenere una buona visibilità su Google dovrai creare dei testi seo validi, tenendo in considerazione sia le parole chiave sia le keywords stagionali.

Scribox può aiutarti: contattaci subito per un preventivo.

Altri articoli dal nostro blog